Lo zucchero bianco, ladro di vitamine e causa di malattie mentali ed emozionali – T. C. FRY

Le bon guide de l’hygienisme n° 64 p. 3

IL LADRO DI VITAMINE

T. C. FRY

Ogni giorno milioni di persone ingeriscono diverse sostanze che non hanno alcun valore nutritivo. Queste sostanze non solo non forniscono alcun nutrimento, ma, cosa ancor più grave, rubano al corpo i suoi minerali vitali e le sue vitamine. Privano dunque il corpo di nutrienti e hanno effetti nocivi profondi sulla mente e sulle emozioni.

Forse è lo zucchero industriale il ladro più insidioso e più diffuso.

Lo zucchero naturale si trova naturalmente nella maggior parte dei nostri alimenti. I frutti, soprattutto, ne contengono e forniscono al corpo e alla mente un carburante di eccellente qualità. Gli zuccheri nella loro forma naturale, come li si trova negli alimenti non industrializzati, costituiscono una parte preziosa della dieta.

Invece, lo zucchero bianco raffinato è una minaccia chimica perché non contiene i minerali e le vitamine del gruppo B essenziali per il suo metabolismo. Perciò, il corpo cede le proprie vitamine e i propri minerali e se ne serve per metabolizzare lo zucchero raffinato.

L’impoverimento del corpo attraverso il prelievo di vitamine e minerali sconvolge l’equilibrio nutrizionale dell’organismo e predispone l’individuo alle malattie mentali ed emozionali che hanno la loro radice nelle carenze nutritive.

Lo ZUCCHERO BIANCO causa delle crisi emozionali, soprattutto nei bambini e adolescenti. L’interessante è sapere che a Chicago i bambini malati erano quelli che avevano consumato tre volte più zucchero bianco in confronto agli altri. Le scuole che hanno eliminato gli erogatori di bevande e dolciumi hanno scoperto che anche il vandalismo e l’assenteismo sono diminuiti. Il consumo prolungato di zucchero, come è il caso per la maggioranza della popolazione negli Stati Uniti, genera problemi di zucchero nel sangue, come il diabete o l’ipoglicemia. Le persone che hanno tali PROBLEMI con lo ZUCCHERO sono suscettibili di avere dei periodi di depressione, di irritabilità e di crisi nervose. Possono provare sbalzi di umore a seconda che il loro livello di zucchero nel sangue aumenti o diminuisca.

La caduta anormale del livello di zucchero nel sangue è insidiosa. Invia segnali di allarme attraverso ogni cellula del corpo e danneggia in particolar modo il cervello e il sistema nervoso. Ne risulta uno stato mentale instabile con sintomi come mal di testa, stanchezza, insonnia, irritabilità, ansia, crisi di pianto, depressione nervosa, animo tormentato, difficoltà di concentrazione, depressione, perdita di memoria, idee di suicidio, paure immotivate, allergie e così via.

Caffeina, Nicotina, Alcol, problemi mentali ed emozionali – T. C. Fry

Le bon guide de l’hygienisme n° 64 p. 3 – 4

LA CAFFEINA, LA NICOTINA, L’ ALCOL

T. C. FRY

Oltre allo zucchero, ci sono ALTRI LADRI DI VITAMINE come il tabacco, il caffè e gli aperitivi.

La NICOTINA, genera la disfunzione del metabolismo, e altera l’assorbimento della vitamina C, che genera irritabilità e crisi emotive, disturba la circolazione del sangue, ruba al cervello i suoi nutrienti essenziali, soprattutto il glucosio sanguigno, che è il principale carburante.

La CAFFEINA, il tè, le bevande a base di COLA, che sono ricche di caffeina e zucchero (coca-cola- pepsi-cola. ecc), ed il CIOCCOLATO, causano dei disturbi nervosi, compresa l’ ansietà.

La CAFFEINA, stimola anche la secrezione dell’insulina, ciò che DISTURBA il LIVELLO dello ZUCCHERO nel SANGUE nel sangue.

Anche l’ALCOL, disturba il livello dello zucchero nel sangue.

Dal 70% al 90% degli ALCOLISTI ha un basso livello di zucchero nel sangue e soffre di carenza della vitamina B3, cosa che genera dei periodi di depressione e una sensazione di inutilità.

Tali stati emozionali, possono indurre l’ individuo a bere ancora più alcol per sfuggire a queste sensazioni.

Tutti questi ladri creano DIPENDENZA, vale a dire che creano le stesse condizioni che portano l’individuo a tornare lì. Per esempio, i SINTOMI della CAFFEINA possono essere eliminati da una TAZZA di CAFFE’. L’irritabilità del TABACCO viene addolcita da una sigaretta.

I tremiti, causati da un periodo di sobrietà, possono essere soppressi da un poco di whisky.

La caduta del livello dello ZUCCHERO, causata dal consumo dello zucchero, può essere alzata momentaneamente, da una barra di cioccolato o da un altro alimento zuccherato.

In breve, tutte queste sostanze, sono delle DROGHE, che procurano dipendenza, esattamente come l’OPPIO e l’EROINA.

Se siamo veramente inquieti per l’ America e il problema della droga, è allora meglio, che anzitutto ciascuno pulisca davanti alla sua porta.

Ciò allontanerà la causa di parecchi PROBLEMI MENTALI ed EMOZIONALI, che provengono da una NUTRIZIONE MALSANA.

Alimenti e Depressione – Depressione e Benessere – T. C. Fry

Le bon guide de l’hygienisme n° 64 p. 5

ALIMENTI & DEPRESSIONE

T. C. FRY

Le emozioni giocano con la nutrizione un ruolo che si presta a fraintendimenti perché influenzano la scelta del menù e l’utilizzo dei nutrienti da parte del corpo. In effetti può darsi che il motivo principale e di maggior rilievo del perché una nutrizione ottimale non venga adottata universalmente nel mondo è che il cibo ha numerose connotazioni emozionali. Si ignora che il cibo è collegato con gli stati emotivi del piacere, del dolore, della ricompensa, della punizione, ecc.

Abbiamo tutti associazioni gradevoli o sgradevoli nei confronti del cibo ed opponiamo resistenza al cambiamento di queste associazioni. Di conseguenza, si pensa spesso che nutrizione corretta significhi abbandono degli alimenti che si amano a vantaggio di quelli che si detestano.

Non solo queste emozioni influenzano la nostra scelta alimentare, ma questa scelta influenza a sua volta le nostre emozioni. Difatti, CERTI ALIMENTI alterano IL LIVELLO DELLO ZUCCHERO NEL SANGUE generando periodi di DEPRESSIONE O DI IRRITABILITA’. Certi alimenti eccitano iBAMBINI e li rendono IPER-ATTIVI, mentre altri alimenti come ilCIOCCOLATO scatenano notoriamente ATTACCHI SCHIZOIDI neibambini ipersensibili.

E’ evidente dunque che la nutrizione ha un ruolo vitale per la nostra salute mentale ed emozionale. Studiando questo ruolo nei dettagli possiamo individuare la dieta ottimale per la nostra salute mentale ed emozionale atti a favorire una salute completa.

UN’ESPERIENZA

Ecco la storia interessante di una famiglia che seguiva un menù perfetto diFRUTTI FRESCHI con alcune NOCI DIVERSE,

I TRE bambini di questa famiglia, avevano seguito questo menù per tre anni, periodo durante il quale si comportavano molto bene. Erano carini e graziosi verso i loro genitori e tra loro. Cooperavano nel lavoro e nel gioco senza manifestare segni di irritabilità.

Poi un giorno la mamma volle fare un esperimento.

Diede a loro da mangiare parecchie fette di PANE INTEGRALE. UN’ ORA DOPO IL PASTO, i bambini SI PICCHIAVANO e avevano delle CRISI di COLLERA.

COINCIDENZA? Forse, ma parecchie persone sono allergiche ai prodotti del grano.

D’altronde, IL CONSUMO DEL GRANO è associato alle POPOLAZIONI GUERRIERE.

Se si adotta un menù puro di buona qualità, gli alimenti di seconda scelta, si manifesteranno dai loro effetti sullo stato mentale ed emozionale.

GLI ALIMENTI TROPPO GRASSI appesantiranno lo spirito e oscureranno i pensieri.

Difatti la digestione dei grassi è talmente ardua che il sangue è deviato dal cervello verso il sistema digestivo,

Allora, I PROCESSI della RIFLESSIONE sono RALLENTATI e si prova una LEGGERA DEPRESSIONE.

I CASI CITATI rappresentano solamente dei CASI BENIGNI.

Quando si consumano ALIMENTI decisamente TROPPO POVERI, i loro EFFETTI sulla MENTE e sulle EMOZIONI sono ben PIU’ DRAMMATICI: DEPRESSIONE TOTALE e TRASFORMAZIONE della PERSONALITA’.

“E’ evidente dunque che la NUTRIZIONE ha un ruolo vitale per la nostraSALUTE MENTALE ed EMOZIONALE. E’ studiando in dettaglio questo ruolo che possiamo scoprire la dieta ottimale e gli atteggiamenti mentali ed emozionali appropriati che favoriscono una salute completa.”

Le bon guide de l’hygienisme n° 64 p. 6

DEPRESSIONE O BENESSERE

Il benessere mentale dipende da una buona nutrizione

T. C. FRY

Una NUTRIZIONE ADEGUATA non rappresenta solo la base della SALUTE FISICA ma anche il PRESUPPOSTO di un BENESSERE EMOZIONALE e MENTALE.

MENTE SANA IN CORPO SANO.

Una salute degradata e la malattia danno adito a sensazioni di ansietà, di preoccupazioni e di depressione.

Ugualmente, uno STRESS MENTALE, UNO SCONVOLGIMENTO EMOZIONALE, possono contribuire a generare parecchie MALATTIE CHE SI PENSANO di ORIGINE FISICA.

Si può dire che una SALUTE FISICA RADIOSA genera ponderatezza e una calma emozionale e mentale perfetta, e che uno spirito chiaro produce un benessere fisico.

Il fatto che il BENESSERE MENTALE DIPENDE DALLA NUTRIZIONEdovrebbe essere evidente quando si realizza che LA QUALITA’ DEL SANGUE DETERMINA QUELLA DEI NOSTRI PENSIERI.

Difatti, come tutti gli altri organi, il nostro cervello riceve il suo cibo sotto forma di ossigeno e di nutrienti trasportati dalla corrente sanguigna. Se il sangue è ritirato completamente dal cervello, si produce il COMA. E se il cervello è privato di sangue per un breve momento, è la MORTE.

Quando l’ossigeno nel sangue diminuisce a causa di una respirazione insufficiente, anche l’ossigeno disponibile per il cervello diminuisce e diventiamo distratti e apatici. I nostri processi mentali diventano lenti e confusi.

SE IL SANGUE non contiene abbastanza nutrienti vitali, o delle tossine circolano attraverso il corpo, IL CERVELLO se ne trova affetto (ne risente) esattamente come il fegato, i reni le ossa e i muscoli.

Nei casi estremi di una CORRENTE SANGUIGNA INTOSSICATA o diNUTRIENTI disponibili INSUFFICIENTI, ne risultano delle MALATTIE MENTALI. Queste malattie sono evidenti anche all’osservatore casuale.

Tuttavia, per i casi più lievi di AVVELENAMENTO DEL SANGUE, generato da una NUTRIZIONE POVERA, anche la MENTE COLPITA INTIMAMENTE.

Di fatto, la maggioranza della popolazione non ha mai goduto di una salute mentale completa visto che le correnti sanguigne che irrigano il cervello sono in uno stato di inquinamento costante. Poche persone hanno provato la CHIAREZZA e la PERCEZIONE ACUTA E CRISTALLINA (a livello mentale) che accompagnano una CORRENTE SANGUIGNA PURIFICATA.

Di conseguenza, LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE ACCETTANO le loro PAURE QUOTIDIANE e le loro FRUSTRAZIONI COME NORMALI

Con una nutrizione ottimale un tale compromesso, tuttavia, non è per niente necessario.

Una nutrizione adeguata non è solo la base di una salute fisica ma è anche il preliminare di un benessere emozionale e mentale”.

Il fatto che il benessere mentale dipende dalla nutrizione dovrebbe essere evidente quando si realizza che la qualità del sangue determina quella dei nostri pensieri.”

Prozac & Depressione – Dr. H. M. Shelton

Le bon guide de l’hygienisme n° 58 p. 26

PROZAC & DEPRESSIONE

Dr. H. M. Shelton

<< La SALUTE del CORPO è essenziale alla salute della MENTE per la semplice ragione che il CERVELLO è l’ORGANO della MENTE, ORGANO FISICO, ed è una parte integrante dell’organismo.

Siccome il cervello è fisico e fa parte del corpo esattamente come il fegato o lo stomaco, condivide tutte le sue infermità e soffre della TOSSIEMIA GENERALE.

Tutte le persone che hanno una salute degradata hanno, allo stesso tempo e con gli stessi mezzi, alterato il loro cervello.

L’UBRIACO, il DROGATO e il TRANQUILLIZZATO, soffrono tanto l’uno che l’altro, dell’ingerenza delle funzioni del cervello secondo il grado dell’intossicazione. Non c’è nessuno che ragioni che dubiti di ciò. Di conseguenza, come si può dubitare che la persona tossiemica soffra anche della degradazione mentale secondo la sua intossicazione?

Quando si lascia che il corpo degeneri e il suo tubo digestivo diventi una fossa settica di alimenti in putrefazione e in fermentazione, e il suo potere di funzionamento è deteriorato al punto che le funzioni della vita non possono più effettuarsi correttamente, si soffre inevitabilmente di un deterioramento mentale concomitante.

Gli SCARTI PUTRIDI NON ELIMINATI, che abbiamo chiamato TOSSIEMIA, sono le fondamenta di tutte le malattie dell’umanità.>>

Se la DEPRESSIONE è causata dalla TOSSIEMIA GENERALE, è chiaro che nessun VELENO può alleviarla o curarla. E il PROZAC è appunto un veleno potente che può solo far aumentare la TOSSIEMIA GENERALE e provocarel’INCREMENTO della DEPRESSIONE, come ha scritto il dottor Sheltonnel suo precedente articolo, che viene fantasticamente, assurdamente e illogicamente scambiata dai medici come “TRANQUILLITA’.

Nel loro libro CIBO PER LA MENTE i dottori SAUL MILLER e JO ANNE MILLER scrivono:

Quando la dieta è sbilanciata, squilibrata e innaturale, il funzionamento delCERVELLO è DISTURBATO.….diminuzioni delle prestazioni e del piacere,DEPRESSIONE, ansia, paura (nevrosi), e, qualche volta, un senso di disorientamento.

Le bon guide de l’hygienisme n° 31 p. 4, tratto dalla Dr. Shelton’s Hygienic Review n° 9 vol 18:

<<Tutti i TRANQUILLANTI sono DEPRESSIVI. La cosiddetta tranquillità è solamente uno stato mentale e fisiologico depressivo. E’ il primo cugino della tranquillità della tomba. Si pretende che “calmino” il paziente durante i periodi di sovreccitazione, ma quando gli stessi effetti deprimenti vengono utilizzati negli stadi della depressione, i risultati sono talvolta tragici. Difatti, il loro uso ha spinto alcuni (molti) a tentare il SUICIDIO. Erano talmente FELICI che non volevano più vivere, ma MORIRE FELICI.

Tra gli “effetti secondari pericolosi” per i pazienti depressi, si cital’INCREMENTO della DEPRESSIONE. Come è possibile per gli uomini che pretendono di essere istruiti e scientifici di CONFONDERE LA DEPRESSIONE provocata da questi VELENI per uno stato diTRANQUILLITA’?

I “RIFLESSI” RALLENTATI e le “altre reazioni” provocate da queste droghe hanno risvegliato il dubbio sul pericolo di guidare un’automobile dopo averle assunte.

Le persone depresse diventano ancora più depresse nei loro “STATI DI QUIETE” dopo questa terapia medica.

E’ stato fermato un automobilista a Los Angeles sotto l’influenza dei tranquillanti assunti prima di mettersi al volante; ciò dovrebbe dimostrare il vero carattere di questa cosiddetta tranquillità.

Un altro fatto significativo che dovrebbe aiutarsi a comprendere il vero carattere di questi veleni.

Difatti, gli psicologi dicono che molte persone prendono attualmente queste “pillole della felicità” unicamente per dimenticare i loro problemi.

Se, in passato, questi deboli si ubriacavano con l’alcol, adesso si ubriacano conla Torazina, la Reserpina, il Milltown, o l’Equanil. Queste droghe sono un mezzo per fuggire. Se si è abbastanza vili nell’affrontare le realtà della vita, ci si ritira in una tana di oppio e si fuma dell’oppio, ci si ubriaca o si prende una pillola della felicità.

Quasi tutta l’umanità fugge davanti ai problemi invece di affrontarli e di trovare una soluzione autentica.>> Dr. Shelton’s Hygienic Review n° 9 vol 18

Stefano Torcellan scrive:

QUINDI, se bassi livelli di serotonina sono associati alla depressione e se ilprozac, che secondo FREDERIC PATENAUDE fa aumentare la serotonina, provoca invece un incremento della depressione, scambiata dai medici per tranquillità, allora significa che FREDERIC PATENAUDE (che da igienista si è trasformato, come i medici, in un pappagallo delle industrie farmaceutiche),SUL PROZAC, HA SCRITTO UN SACCO DI BALLE.

Credo di aver reso l’idea……

Legge del Dr. TRALL sulle relazioni vitali:

Tutte le volte che nell’organismo vivente si verifica un effetto o si compie un’azione quale risultato di influenze esterne, l’azione deve essere attribuitaall’organismo vivente che ha un potere di azione, e non alla cosa inanimata la cui caratteristica principale è l’inerzia. – (Non si dirà dunque che i prodotti chimici agiscono sull’organismo, ma che subiscono la sua azione).

Gli abusi alimentari & l’Anoressia – T. C. Fry

Le bon guide de l’hygiénisme n° 64 p. 14-15

GLI ABUSI ALIMENTARI & L’ ANORESSIA

T. C. Fry

L’ABUSO ALIMENTARE è soprattutto un PROBLEMA EMOZIONALE.

Gli alimenti diventano una SCAPPATOIA dell’insoddisfazione della vita e una DROGA per desensibilizzare le emozioni.

Il cibo compulsivo, QUANDO NON SI HA VERAMENTE FAME, è come una forma di ABUSO SENSORIALE, vicino all’alcolismo, alla dipendenza dalle droghe o agli abusi sessuali.

Il cibo compulsivo è come una SALVAGUARDIA EMOZIONALE.

Si utilizzano comunemente gli alimenti per SOSTITUIRE L’ AMORE E L’AFFETTO.

Gli alimenti non sono utilizzati come un carburante e dei nutrienti per il corpo, ma diventano una forma di PIACERE FACILE da ottenere, che si può avere con un minimo di approvazione sociale.

L’ abuso alimentare proviene soprattutto un’ IDEA NEGATIVA DI SE’.

Il cibo compulsivo proviene spesso dalla CREDENZA che NON SI MERITA DI ESSERE AMATI.

Per provarlo, si diventa OBESI (“O MOLTO MAGRI”) e POCO ATTRAENTI.

Ciò porta l’ individuo ad evitare di far fronte ai VERI PROBLEMI soggiacenti alla MANCANZA DI AMORE E DI AFFETTO.

Questi problemi possono essere reali o psicologici.

Siccome l’abuso di cibo è un problema emozionale, si può RISOLVERLO CAMBIANDO LO STATO EMOTIVO.

Se i mangiatori compulsivi possono cambiare i loro alimenti così che l’abuso riguardi solamente degli ALIMENTI SANI, potranno evitare almeno i problemi emotivi generati dagli ALIMENTI MALSANI.

La PRINCIPALE SOLUZIONE all’obesità è di SVILUPPARE UN’ IMMAGINE DI SE’ PIU’ POSITIVA.

L’ ANORESSIA

La persona anoressica è come quella che abusa di cibo. Ha problemi psicologici ed emotivi.

Questo fenomeno è frequente nelle ragazze.

Mentre per quelli che ne ABUSANO, il cibo è una sorta di RICOMPENSA,negli ANORESSICI, è una sorta di PUNIZIONE che infliggono a sé stessi in presenza dei genitori. Si astengono dal mangiare a causa di CARENZE REALI O IMMAGINARIE.

Si tratta di un metodo per PUNIRE in particolare I GENITORI.

Perché il RIFIUTO del CIBO è il RIFIUTO del RAPPORTO BAMBINO-GENITORE, il RIFIUTO DI CHI TI NUTRE E TI ALLEVA.

Astenersi dal cibo fino al punto di morirne, rappresenta l’ atto estremo di un disturbo emotivo. D’altra parte, bisogna sapere che IL DIGIUNO SORVEGLIATO, intrapreso per ragioni di salute, NON E’ PARAGONABILE ad un MENU’ IRREGOLARE E PROLUNGATO, CARENTE E POVERO.

In effetti milioni di persone si sottopongono a DIETE che hanno LETTO NELLE RIVISTE.

Ora, queste diete sono talmente POVERE DI NUTRIENTI VITALI e così CARICHE DI CALORIE VUOTE, DI TOSSINE E DI VELENI, che causano DANNI AL FEGATO, AI RENI, ALLO STOMACO, ECC. Perciò, questa mania sta creando una nazione di persone DISABILI FISICAMENTE,MENTALMENTE ED EMOTIVAMENTE.