Vaccini: Tossici per il sistema nervoso centrale

Molte delle principali sostanze chimiche usate nel brodo vaccinale di tutti i vaccini sono notoriamente molto tossiche.

Famosi sono, L’ ALLUMINIO IDROSSIDO, che funge da carrier per la “sostanza attiva” del vaccino, un composto che può depositarsi nel sistema linfatico del corpo umano, e formare dei granulomi intasando le linfe, o depositarsi nel cervello, in relazione alla malattia di ALZHEIMER. Altre sostanze secondarie, come la formaldeide, sostanza nota per la sua cancerogenicità, la neomicina, la eritromicina, ecc.

IL THIOMERSAL, un tiosalicilato di MERCURIO.

Il 57,6% del peso molecolare di questa sostanza è MERCURIO, un metallo pesante ALTAMENTE TOSSICO, che nella formulazione dei vaccini, viene usato proprio per sua azione tossica contro batteri e funghi, come CONSERVANTE, e come antinfiammatorio.

La tossicità si manifesta nel corpo umano attraverso la perdita di sensazione nelle estremità e nella bocca (parestesia), in seguito viene disturbato il coordinamento del movimento (atassia), si ha un parlare difficoltoso (disartria) e la perdita dell’udito.

IL MERCURIO DANNEGGIA I NEURONI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE.

Nel corpo umano, il mercurio sviluppa maggiormente la sua azione tossica, se viene assorbito nel sangue, molto meno se passa per il tratto intestinale.

Con un’ iniezione diretta nel sangue, intramuscolare, può sviluppare la sua piena attività tossica nel CERVELLO e nel SISTEMA NERVOSO CENTRALE.

L’ intossicazione è caratterizzata dalla IRREVERSIBILITA’ dei DANNI e dal suo LUNGO TEMPO di LATENZA (settimane o mesi) tra l’ inizio dell’intossicazione e l’ apparire dei sintomi.

Preoccupante la lunga PERSISTENZA nell’organismo, il tempo di DIMEZZAMENTO BIOLOGICO di una concentrazione attuale di MERCURIO NELL’ ORGANISMO UMANO corrisponde alla RIDUZIONE DELLA META’ IN 12-18 ANNI.

Lo SQUALENE, un adiuvante, contenuto nel vaccino antinfluenzale FLUAD, approvato dal ministero della sanità italiana, è una molecola, che nemmeno la FDA americana ha ancora approvato a causa della sua comprovata tossicità.

Danni provocati da vaccini e sieri – Dr. H. M. Shelton

DANNI CAUSATI DA VACCINI E SIERI

Dr. H. M. Shelton

E’ difficile credere che genti in posizione di fiducia e autorità si incontrano deliberatamente e tirano fuori schemi per IMBROGLIARE, INGANNARE e NUOCERE la gente solo per fare SOLDI, ma è vero, ed essi spesso vanno avanti così senza essere colti sul fatto. Anche quando vengono presi si nascondono dietro scuse plausibili che convincono parecchie persone. Solo alcuni casi sono scoperti e riportati e mostrano chiaramente che tutti i VACCINI causano PARALISI e MORTE. I vaccini sono tutti formati da PROTEINE DECOMPOSTE che di per sé possono provocare un rapido AVVELENAMENTO del SANGUE. Questo è già di per sé molto grave ma i fabbricanti di vaccini aggiungono poi altriVELENI DRASTICI alla mistura. Come qualcuno possa essere indotto a pensare che questa massa di SOZZURA TOSSICA iniettata nel corpo non provochi dei DANNI MOLTO SERI, è veramente difficile da credere.La VELENOSA SOSTANZA CORROSIVA, infatti DETERIORA i nervi delicati, la colonna vertebrale, il cervello, e tutti i tessuti causando vari tipi di MALFUNZIONE, MALATTIE e MORTI.

Basti pensare a tal proposito che alcune delle nostre peggiori epidemie sono state provocate dagli effetti avvelenanti delle vaccinazioni anche se ci è stato insegnato a credere che furono invece controllate da esse.

Le fiale di vaccini provenienti dai laboratori farmacologici contengono tutti gli inserti che dicono ai dottori di quali sostanze (?) è formato il vaccino. Ciò vale comunque per la Casa Farmaceutica in caso di processo ma certamente non per il pubblico in quanto il medico si astiene bene dal dire al paziente che cosa gli sta “effettivamente” iniettando. I DOTTORI ed i loro staff conoscono i rischi ma li nascondono alle povere vittime, in quanto se la gente sapesse che cosa le viene iniettata per ”curare” un corpo già troppo intossicato ed avvelenato sicuramente eviterebbe le inoculazioni come la peste.

Ma, pensiamoci un momento: aggiungereste voi ancora più smog all’ambiente di Los Angeles di già abbastanza contaminato al fine di ripulire dallo smog? Pensate che ciò potrebbe purificare il vostro ambiente? D’altra parte, i fabbricanti di medicine non potrebbero mai pubblicare un libro o qualcos’altro che condanni le loro pratiche e li privi di colpo delle loro ville, yatch, Ferrari, visoni, zibellini. Tocca a noi impegnarci e scoprire i trucchi e soprattutto la verità al fine di migliorare le nostre condizioni ed evitare inutili sofferenze dovute semplicemente all’ignoranza.

Le inoculazioni e le vaccinazioni sono più che semplici formule magiche in quanto ingannano il pubblico facendogli credere che mediante i veleni inoculati nel corpo esso può liberarsi degli effetti dei continui abusi di cui le inoculazioni o vaccinazioni fanno parte. Solo i ciarlatani possono concepire una tale assurdità e sono gi ignoranti e gli irriflessivi possono accettarla.

Cercare di eliminare “una malattia” introducendo nel corpo umano una sostanza estranea artificiale non provoca altro che una violenta e dannosa reazione fisiologica e biologica.

L’immaginare che l’introduzione orale, intravenosa, ipodermica o di altro genere di una certa sostanza estranea contribuisca a migliorare la salute è solo la fantasia di una mente sconvolta; tutte le inoculazioni e le vaccinazioni devono essere evitate.

Osservate le persone le quali si assoggettano con fede alla vaccinazione contro l’influenza e vi accorgerete che poco tempo dopo sentiranno tutti i sintomi più violenti di raffreddore e di altre malattie; le persone, invece, che hanno saggiamente evitato la vaccinazione non saranno per niente infette.

Tutte le inoculazioni e vaccinazioni non provocano altro che vibrazioni dissonanti nel corpo proprio come fanno le medicine e le altre sostanze causative di malattia.

Come potrebbe l’introduzione di un VELENO nel corpo alleviare gli effetti di quel veleno o di qualunque altro?

La teoria dell’inoculazione e della vaccinazione cade nella stessa screditevole categoria della Teoria dei Germi, delle medicine e di altre della pratica medica.

Per la tua salute e sopravvivenza, NON ACCETTARE ALCUNA FORMA DI INOCULAZIONE O VACCINAZIONE.

Tutti i Vaccini analizzati risultano contaminati da Particelle Inorganiche e Metalli Pesanti – Stefano Montanari

 

Riccardo Lautizi 2 anni fa

dott-stefano-montanari_nanodiagnostics11

di Stefano Montanari, direttore scientifico del laboratorio Nanodiagnostics di Modena, che fa ricerche e pubblicazioni nel campo dellenanopatologie (tutto ciò che è causato da nanoparticelle inquinanti) – Feb 2013

21 vaccini esaminati, 21 vaccini contaminati da particelle solide, inorganiche, non biodegradabili e non biocompatibili. In altri paesi del mondo, questa notizia, avrebbe fatto saltare teste e poltrone di dirigenti sanitari, tecnici e politici, probabilmente sarebbe intervenuta anche la magistratura, ma in Italia no, questo non avviene. In questo paese una notizia del genere non viene diffusa e se si diffondesse verrebbe immediatamente ridimensionata attraverso la macchina del fango.

Una decina d’anni fa lavorando per una tesi di laurea, analizzammo 19 campioni vaccini tutti diversi tra loro e li trovammo tutti inquinati da micro e nanoparticelle di composizione chimica piuttosto varia.

Quasi un paio d’anni fa, su richiesta della trasmissioneTV LE IENE, analizzammo un campione del vaccino anti-papilloma virus, trovandolo pure quelloinquinato. Nonostante le ore di ripresa effettuate e la mia intervista con il dottor Roberto Biasio, direttore medico della Sanofi Pasteur, la distributrice del prodotto, il servizio non andò mai in onda.

Può essere interessante riferire come la rivista Il Salvagente abbia pubblicato una lunga intervista con me (n. 38 – 27 settembre – 4 ottobre 2012) cui, nello stesso numero, rispose il dottor Biasio secondo il quale le nostre analisi sono “condotte con metodologia seria” ma non c’è motivo di allarme perché non ci sono leggi che normino quelle presenze per indebite che quelle siano. Altra affermazione è che i nostri ritrovamenti sono “rarissimi casi isolati”, cosa quanto meno bizzarra perché non ci è mai capitato di trovare vaccini puliti e la probabilità d’imbroccare ogni volta un caso rarissimo è di un’improbabilità assoluta. Inoltre – aggiunge ancora Biasio – se ci sono particelle in un vaccino, il medico se ne accorge con una semplice ispezione visiva. Questo significa che il medico, guardando la fiala prima dell’iniezione, vede ad occhio qualcosa che è visibile solo al microscopio elettronico.

Altrettanto interessante, sempre nello stesso numero della rivista, è ciò che sostiene Stefania Salmaso, direttrice del Centro nazionale di epidemiologia dell’Istituto superiore di sanità. La tesi è che le nostre analisi sono “estemporanee e non ripetibili”. Il che è quanto meno curioso, se non altro perché non è chiaro l’uso dell’aggettivo estemporaneo, non fosse altro che perché la metodologia che noi abbiamo messo a punto è validata dalla Comunità Europea e mia moglie Antonietta Gatti è inserita dai suoi colleghi a livello planetario in quello che si chiamaCollege of Fellows, il gruppo in cui sono riuniti i 32 scienziati più grandi del mondo nel settore della bioingegneria e dei biomateriali. Quanto alla non ripetibilità, temo che la dottoressa Salmaso non abbia le idee chiare in proposito, essendo tutto perfettamente riproducibile a patto, naturalmente, di sapere che cosa cercare e come fare. In aggiunta c’è la dichiarazione sempre della dottoressa Stefania Salmaso secondo cui ogni lotto di vaccino è controllato da “una serie di controlli di qualità stringenti standardizzati”. Non resta che interrogarsi sulla metodologia con cui quei controlli sono effettuati.

Qualche anno fa sono riusciti a controllare altri due vaccini, trovandoli ambedue inquinati sempre da polveri inorganiche non biocompatibili. Così, in totale, 21 sono i campioni di vaccini analizzati, vaccini diversi per produzione e per indicazione, e per 21 volte il risultato è stato lo stesso: più o meno come fare 13 al TOTOCALCIO 21 volte di seguito.

Concludendo, l’oggettività delle analisi indica che quelle polveri contengono un po’ di tutto, dalNichel al Piombo, e sono in ogni caso incompatibili con l’organismo umano. Ognuno valuti da sé.

di NapoliTime

Il dottor Montanari e la dottoressa Antonietta Gatti, quando a fine ottobre vennero ritirati dal mercato ivaccini della Novartis, riuscirono ad acquistare in extremis il vaccino antinfluenzale Agrippal S1, per analizzarlo. Il risultato? Sempre lo stesso: vaccino contaminato da micro e nanoparticelle inorganiche (Acciaio, Bario, Titanio, Silicio, blocchetti di Calcio), tutte particelle solide, piccole e meno piccole, ma tutto come già riscontrato negli altri 20 vaccini che avevano controllato in precedenza.

NapoliTime ha contattato l’ufficio stampa della Novartis per ottenere una dichiarazione in merito. Abbiamo lasciato i recapiti, ma invano. Il Dottor Montanari della Nanodiagnostics di Modena invececi ha risposto, ecco le sue parole:

Dottor Montanari, i vaccini. Le case farmaceutiche ci sono cascate di nuovo?

Io stesso non riesco a spiegarmelo: 21 bersagli centrati su 21 cominciano ad essere un bel punteggio. Mi chiedo anch’io come sia possibile che su 21 vaccini analizzati nel nostro laboratorio – in ogni caso, va detto, sempre su una sola confezione e non su lotti interi – ogni volta si sia rilevato unINQUINAMENTO DA POLVERI INORGANICHE.Escludo subito, magari come atto di fede, che le case farmaceutiche introducano quella roba di proposito i loro prodotti. Non sono un tifoso delle dietrologie, e poi non ne vedrei lo scopo. Il fatto è che queste particelle ci sono e una spiegazione va trovata.NASCONDERE LA TESTA SOTTO LA SABBIAcome fanno TROPPI MEDICI, soprattuttoPEDIATRI, o come fa con ingenua arroganzal’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA’ affermando che le nostre sono indagini “estemporanee e non riproducibili” non solo non fa onore all’Istituto ma è senz’altro motivo di preoccupazione per la gente che si ritrova abbandonata da chi, invece, dovrebbe operare per la salvaguardia della salute.

Impossibile non chiedersi come si possa liquidare un’indagine, pur con tutti i limiti sulle quantità di campioni controllati, che, al di fuori di ogni possibile discussione, non può non far rizzare le antenne a chi è istituzionalmente chiamato a proteggere la salute pubblica. Tanto per chiarire, il nostro è uno dei laboratori di punta nell’ambito della Comunità Europea e di questo testimonia la Comunità stessa. Insomma, piaccia o no, pur tra mille difficoltà e ristrettezze, NOI SAPPIAMO LAVORARE. A questo punto, sarebbe di estremo interesse poter analizzare tutti i vaccini disponibili almeno sul territorio nazionale, cosa che, purtroppo, non ci è possibile per varie ragioni, la sottrazione del nostro microscopio elettronico da parte di Beppe Grillo in primis, una situazione che ci costringe a veri e propri salti mortali per poter continuare le ricerche restando indipendenti.”

Le sue scoperte, presenza di particelle non biocompatibili nei vaccini, sono pubbliche da tempo. Perché secondo lei le case farmaceutiche non correggono questi errori di produzione?

“Bisogna essere realisti. Le CASE FAMACEUTICHE sono imprese industriali e commerciali il cui unico scopo è quello di ottenere risultati economici che siano i più ricchi possibili. Io non le critico per questo: benché le nostre rispettive visioni etiche del mondo siano agli antipodi, io accetto la situazione.Sono gli organi di controllo che mi lasciano perplesso: dovrebbero fare il loro dovere e, invece, questo non accade. Se il fatto sia dovuto a denaro che circola sottobanco, a incapacità tecnica, a ignoranza, a chiusura mentale, a pigrizia o ad altro non potrei dire e, tutto sommato, m’interessa poco. A ottobre dell’anno scorso io fui chiamato dai NAS di Roma per raccontare di ciò che avevamo trovato fino ad allora in laboratorio. Andai, illustrai il tutto, lasciai la documentazione e non seppi più nulla. Il fatto è che troppo spesso ci troviamo di fronte a situazioni che – e lo dico da cittadino comune – avremmo tutto il diritto che non esistessero, non fosse altro che perché noi quella gente, i controllori, la paghiamo e abbiamo non il dovere ma il diritto di godere della loro affidabilità. Per venire più puntualmente alla sua domanda, fatta la premessa iniziale, le case farmaceutiche non intervengono per i motivi illustrati molto onestamente dal dottor Roberto Biasio,direttore medico della Sanofi Pasteur MSD, la distributrice del vaccino anti-papilloma virus che noi analizzammo nel 2011. Le sue parole a proposito delle nostre analisi furono: “Sono condotte con metodologia seria, ma non sono pertinenti agli standard di qualità richiesti dalle procedure di produzione e rilascio di lotti di vaccini” (Il Salvagente n. 38 pag 39). Tradotto, “nulla da dire sulle analisi del laboratorio Nanodiagnostics, ma nessuno ci chiede di fare quei controlli.” Devo dire di avere apprezzato la franchezza e, in un certo senso, la correttezza del dottor Roberto Biasio, un atteggiamento molto diverso da quello dell’Istituto superiore di sanità, e un atteggiamento direi quasi sportivo tenuto da qualcuno che proprio una nostra analisi aveva colpito. Insomma, per concludere,nessuno chiede ai produttori di far sì che le polveri non siano nei vaccini e nessuno, poi, controlla il prodotto finito sotto quell’aspetto.”

Ciò che ha trovato nei vaccini, che danni potrebbe provocare una volta inoculato?

“Ci sono differenze importanti tra vaccino e vaccino di cui va tenuto conto. L’ultimo prodotto che siamo riusciti ad analizzare è un antinfluenzale, l’Agrippal S1 della Novartis, uno dei quattro che hanno circolato per un po’ e poi sono stati ritirati. Nella stragrande maggioranza dei casi, somministrando il farmaco a un adulto, ritengo che non succeda assolutamente nulla. La piccola dose di liquido non può altro che contenere una quantità in assoluto molto modesta di polveri inorganiche, e sappiamo per esperienza che, in genere, perché s’inneschi una reazione patologica da particelle occorre che queste raggiungano unaCONCENTRAZIONE CRITICA, concentrazione critica impossibile da prevedere caso per caso, in un determinato organo o tessuto e in un determinato punto o in più punti. Un’eventualità teorica che meriterebbe approfondimento è quella che una o più particelle entrino nel nucleo di una o più cellule, fenomeno che noi dimostrammo possibile già una decina di anni fa e che fu poi al CENTRO di RICERCA EUROPEA diretta da mia moglie, ladottoressa Antonietta Gatti. In quel caso, se avvenisse, si potrebbe avere un’interferenza con il DNA con tutto quanto ne può conseguire se una cellula si riproduce in modo patologico. Una cosa che io trovo buffa è l’avvertenza riportata in tutti i foglietti illustrativi che accompagnano i vaccini. Lì si scrive, del tutto giustamente, che il farmaco non va somministrato se il ricevente è allergico ad un componente o a più di uno. Impossibile non chiedersi come si faccia a sapere quali sono i componenti dei vaccini se, come avviene di norma, ne viene denunciata solo una parte. Quanto agliinquinanti, poi. Per esempio, quando nel prodotto c’èNichel in polvere e il soggetto è allergico al Nichel, cosa tutt’altro che rara, ecco che né chi somministra il vaccino né chi subisce l’iniezione può essere al corrente di che cosa andrà ad accadere, non essendo messo al corrente della situazione reale. Comunque sia, la reazione avversa, quando c’è, si manifesta immediatamente o, al massimo, entro un giorno, rarissimamente due. Altro caso è quello tipico deiMILITARI. A loro viene somministrato contemporaneamente un insieme di vaccini diversi, con questo costringendo l’organismo ad uno stress molto lontano dal normale.

Gli inquinanti particolati, poi, sempre che siano presenti, non possono certo avere un’azione benefica. Da qui ad ipotizzare che i vaccini somministrati in quella maniera, una maniera che pure è fuori da ogni ragionevolezza, possa indurre forme diCANCRO il passo è troppo lungo e non esiste la minima prova scientifica in proposito. Molto diverso è lo scenario nei BAMBINI. Senza entrare nell’assurdità biologica di pretendere d’indurre IMMUNITA’ in un soggetto il cui SISTEMA IMMUNITARIO è ancora IMMATURO, c’è, molto semplicemente, la questione della MASSA CORPOREA. Ammettendo di avere un vaccino inquinato, s’iniettano vaccino e particelle in un organismo piccolo per volume e, per questo, la loro densità sarà ben maggiore di quella che sarebbe in un adulto. Per di più, la fisiologia del bambino, spesso appena un lattante, è vivacissima.

Nessuna meraviglia se queste particelle arrivano al sistema nervoso centrale e, d’improvviso, il bambino manifesta irrequietezza, turbe del sonno, difficoltà di relazione, ecc. Malauguratamente, inutile illudersi: quelle forme patologiche sono croniche. AUTISMO? NARCOLESSIA? Non c’è nessun fondamento scientifico per escluderli. Il mio parere, ma qui si tratta solo di un parere, è che anche quelle patologie siano a buon diritto inseribili nell’elenco degli effetti collaterali delle vaccinazioni. Voglio che il mio punto di vista sia chiaro: non è tanto il vaccino in quanto tale ad essere deleterio, ma tutte le aggiunte che vengono fatte, daiCONSERVANTI agli STABILIZZANTI, dagliANTIIBIOTICI agli ADIUVANTI fino, ahimè, agliINQUINANTI.

A questo si aggiunge la stravaganza delleVACCINAZIONI MULTIPLE che sono quanto di più innaturale esista e le vaccinazioni praticate a soggetti troppo giovani o troppo vecchi per avere un sistema immunitario competente. Uno degli aspetti del dramma è il fatto incontestabile che oggi la quasi totalità della RICERCA MEDICA è FINAZIATA dall’INDUSTRIA FARMACEUTICA e i RISULTATI ne escono inevitabilmente INFICIATI. Purtroppo iMEDICI, specie i più GIOVANI, non si rendono conto di questa DISTORSIONE e non sanno che IL LORO SAPERE CONTIENE una PARTE DISTORTA e una PARTE CENSURATA. E la “capacità di convinzione” della grande industria arriva capillarmente dovunque, media compresi. Basta dare un’occhiata a WIKIPEDIA e ci si accorgerà delle enormità che riporta in una GOFFA DIFESA DEI VACCINI anche LADDOVE DIFESA NON CI PUO’ ESSERE.”

Abbiamo contattato il Ministero della Salute, ma non ha risposto. Invitiamo anche la Novartis a contattare la nostra redazione, per un confronto scientifico sereno e al fine della tutela della salute generale.

Fonti

http://www.napolitime.it

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it

http://www.stefanomontanari.net

AUTORE

ff07c2bd90330c1a378c3d6bccfe5fff

Riccardo Lautizi

Dioni aka Riccardo Lautizi, ingegnere e naturopata olistico specializzato in educazione alimentare e crescita personale, si dedica alla ricerca di tutto quello che riguarda il benessere dell’uomo e alla riscoperta della conoscenza della natura e dell’universo persa in quello che viene chiamato “progresso”. Fin dall’adolescenza indaga tutti i campi della conoscenza per trovare le risposte che ci permettono di avere una vita sana, gioiosa e degna di essere vissuta. Condivide un sapere che collega le più recenti scoperte scientifiche alla conoscenza millenaria di tutte le tradizioni fornendo consigli pratici da attuare nella vita quotidiana. E’ fondatore anche del portale www.non-dualita.it

Alluminio e Vaccini: accoppiata devastante per il cervello

Alluminio e Vaccini: accoppiata devastante per il cervello

7 marzo 2012 alle ore 11:05

Pegli denuncia Alluminio nell'acqua

 

 

 

 

 

 

L’ALLUMINIO è stato aggiunto ai VACCINI circa negli anni 90 nella convinzione che possa spronare l’organismo a produrre anticorpi per combattere le malattie. Ma l’ALLUMINIO è TOSSICO, e molti comuni VACCINI [antipneumococcico, esavalente, antitetanica e antiHPV] contengono DOSI ELEVATE.

Il risultato è che i BAMBINI assumono quantità molto più elevate rispetto agli standard di sicurezza considerati dalle agenzie regolatorie, e gli ADULTI stanno aggiungendo quantità elevate cumulative di ALLUMINIO nei loro corpi.

Queste MEGA-DOSI possono avere un EFFETTO DEVASTANTE sulCERVELLO, dice un esperto sanitario Dr. Russell Blaylock [neurochirurgo, autore e docente universitario], causando DANNI al CERVELLO dei BAMBINI e l’insorgenza del Morbo di Alzheimer negli ADULTI.

L’ALLUMINIO E’ TOSSICO. Un’avvincente ricerca ha dimostrato che l’alluminio è una NEUROTOSSINA CUMULATIVA, anche in piccole concentrazioni. Esso ha la tendenza a concentrarsi nell’IPPOCAMPO, una zona del cervello vitale per funzioni cruciali, tra cui APPRENDIMENTO,MEMORIA e COMPORTAMENTO“ afferma il Dr. Blaylock.

Recenti ricerche hanno dimostrato che l’ALLUMINIO nei VACCINI sta producendo GRAVI PROBLEMI nel CERVELLO dei BAMBINI in via di sviluppo,prosegue il Dr. Blaylock.LE PROVE SONO SCHIACCIANTI,ma molti medici e funzionari le ignorano. Essi rifiutano di guardare le prove perché sono spaventati dalla potenza delle evidenze.”

Dei numerosi VACCINI inoculati ai bambini, molti dei quali contengonoALLUMINIO, si è dimostrato come i BAMBINI ottengono DOSI circa 46 VOLTE SUPERIORI a quelli considerati sicuri dalle agenzie governative.

La MEDICINA TRADIZIONALE promuove i VACCINI per proteggere i bambini dal rischio di rimanere danneggiati a causa di malattie infantili ma, come afferma anche il Dottor Blaylock è molto raro“(Impossibile – Nota di S. T.). “E si sta parlando di bambini nati perfettamente ai quali sarà somministrato un vaccino che causerà loro DANNI al CERVELLO, che si svilupperà in modo anomalo, a tal punto che essi saranno essenzialmente eNEUROLOGICAMENTE ROVINATI PER IL RESTO DELLA LORO VITA.”

Come si giustifica la DISTRUZIONE di BAMBINI perfettamente normali quando le malattie che si stanno combattendo sono molto meno comuni delle complicazioni causate dal VACCINO stesso?

Non ha senso andare a danneggiare il cervello di milioni di bambini perché 200 bambini potrebbero morire di una particolare infezione” risponde il Dr. Blaylock. Oltre ai DANNI NEUROLOGICI, i VACCINI SOPPRIMONOanche il SISTEMA IMMUNITARIO.

Per non parlare degli ADULTI che, incoraggiati ad assumere un numero di vaccini contenenti alluminio, non vanno meglio rispetto ai bambini. “GliANZIANI hanno una vita di accumulo di ALLUMINIO e i loro sistemi di difesa sono molto più deboli, quindi sono molto più suscettibili agli effetti tossici di alluminio rispetto al cervello dei più giovani” ha spiegato.

INVECCHIANDO, il nostro CERVELLO diventa progressivamente PIU’INFIAMMATO e l’ALLUMINIO accelera ed espande il processo infiammatorio,”dice il dottor Blaylock.Ci sono anche prove potenti che dimostrano come l’ALLUMINIO PEGGIORA gli EFFETTI di ALTRE TOSSINE, come pesticidi, erbicidi, mercurio e fluoro. In sostanza con l’alluminio il cervello invecchia più velocemente.”Si stanno inducendo tutti i tipi di DISTURBI NEUROLOGICI, tra cui il Morbo di Alzheimer, il Parkinson e la SLA.”

I più comuni VACCINI che includono ALLUMINIO includono:

• DTaP (difterite, tetano, pertosse) — 625 mcg

• Epatite B — 375 mcg

• Epatite A — 250 mcg

• Hib (haemophilus influenza tipo B) — 225 mcg

• PVC (vaccino coniugato anti pneumococco) — 125 mcg

• HPV— Gardasil contiene 225 mcg in ognuna delle tre dosi raccomandate.

Analizzando la situazione dei NEONATI in ITALIA per le sole prime 3 somministrazioni di INFANRIX HEXA [vaccino esavalente illegale, a DNA ricombinante, al quale a volte associano nella stessa seduta anche altri vaccini, come il vaccino coniugato anti pneumococco PREVENAR], ecco lo scandaloso rapporto dose/effetto supponendo un peso corporeo medio di 3 Kg tra il primo vaccino e il secondo richiamo [in quanto i centri vaccinali invitano all’atto vaccinale sempre più precocemente i bambini e le loro famiglie].

Nella tabella sottostante le conclusioni non lasciano spazio a pensieri positivi.

La prima colonna riporta i valori normali e patologici di ALLUMINIOtrivalente [Al3] per Litro di siero.

La seconda colonna riporta la quantità di alluminio che, secondo i dati della prima colonna, corrispondono ai livelli sierici di un neonato di 3 mesi che ha una quantità di siero pari a circa 3 Litri [abbondando di gran lunga per eccesso!].

La terza colonna riporta la quantità di ALLUMINIO TOTALE [1060 mcg] ripartita tra il vaccino esavalente Infanrix Hexa [935 mcg] + vaccino antipneumococcico PREVENAR [125 mcg] [dato che il FOSFATO di ALLUMINIO contiene il 41,79% di alluminio molecolare, mentrel’IDROSSIDO di ALLUMINIO ne contiene il 34,58%, risulta che OGNI DOSE di VACCINO ESAVALENTE contiene 935 mcg di alluminio molecolare AI QUALI VANNO AGGIUNTI 125 mcg di ALLUMINIOcontenuti nel VACCINO antipneumococcico PREVENAR].

La quarta colonna indica il numero per il quale viene moltiplicata la quantità di alluminio considerata nella seconda colonna e i danni che ne possono derivare.

Alluminio sierico

[mcg/L]

Alluminio sierico neonato di 3 mesi [mcg/L]

ALLUMINIO contenuto INFANRIX HEXA + PREVENAR [mcg]

Rapporto tra l’Alluminio del vaccino e quello del siero

4 [normale]

1,2 supposto 0,3 L o Kg

1060 [935]

883 [779] volte la dose considerata normale

10 [limite superiore]

3

1060 [935]

353 [311] volte la dose considerata come limite superiore accettabile

15 [limite massimo]

4,5

1060 [935]

235 [207] volte la dose considerata come limite massimo tollerato

> 60 [inizio danni cerebrali]

> 18

1060 [935]

58 [52] volte la dose capace di provocare danni al Sistema Nervoso Centrale

> 100 [rischio encefalopatia]

> 30

1060 [935]

35 [31] volte la dose capace di generare ENCEFALOPATIA.

Nell’estate 2008 l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare [EFSA] ha affermato che la quantità settimanale di ALLUMINIO nella DIETA NON DOVREBBE SUPERARE 1 mg/Kg di peso corporeo, riducendo di ben sette volte la soglia precedente, eppure LO INIETTANO IN QUANTITA’ CRIMINALI nel CORPICINO dei NEONATI [e qualcuno ha anche la FACCIA TOSTA di paragonare la dose diretta dell’INIEZIONE INTRAMUSCOLARE con la dose ipotetica assunta con la DIETA,dimenticando che spesso NELLA STESA SEDUTA sono SOMMINISTRATI più VACCINI CONTEMPORANEAMENTE].

In tale documento si fa riferimento ad ALIMENTI [pane, dolci, biscotti, cereali, spinaci, funghi, lattuga], ai latti artificiali per neonati [necessità di fare controlli], ritenendo trascurabili le quantità di ALLUMINIO cedute da rotoli, vaschette, utensili da cucina e ASSOLVENDO le LATTINE.

Sempre in tale documento si cita che: “Dopo l’assorbimento, l’ALLUMINIO si distribuisce in tutti i tessuti degli animali e dell’uomo accumulandosi in alcuni di essi, in particolare nelle OSSA. Il principale trasportatore degli IONI di ALLUMINIO nel PLASMA è la proteina legante il ferro, la transferrina.L’ALLUMINIO è in grado di penetrare nel CERVELLO e raggiungere la PLACENTA e il FETO.”

Per anni, tutti hanno ignorato i pericoli dell’ALLUMINIO nei VACCINI e incentrato l’attenzione solo sul MERCURIO, soprattutto come causa dell’AUTISMO,” dice il dottor Blaylock.Ho spesso affermato che avevano bisogno di cominciare a pensare all’ALLUMINIO nei VACCINI e agliEFFETTI sul CERVELLO, e ora, dopo molti anni, si sta cominciando a prenderne atto.”

L’incidenza di DISTURBI NEUROLOGICI come la SCLEROSI MULTIPLA, il MORBO di PARKINSON e ALZHEIMER sta esplodendo“,conclude il Dottor Blaylock: non è dovuta all’invecchiamento della popolazione. È a causa di TOSSINE, come l’ALLUMINIO nei VACCINI [e non solo], e NESSUNO STA DICENDO LA VERITA’ .

Sui vaccini propaganda di regime per nascondere fatti crudi e MORTALI – L’opinione di Loris Palmerini

Loris Palmerini

19 – OTT – 2015

Il GOVERNO AMERICANO ha pagato 3 MILIARDI di DOLLARI per DANNI da VACCINAZIONI.

Questo dato è emerso dalle parole di un SENATORE degli USA BILL POSEY, persona dichiaratamente pro-vaccini, che nel denunciare l’occultamento pubblico di questa enorme cifra, ha chiesto una indagine penale sulla autorità di controllo sulle malattie infettive (la CDC), COLPEVOLE di aver NASCOSTO volontariamente e fraudolentemente dei DATI che dimostrano certe correlazioni fra VACCINI e AUTISMO nei maschi di colore (e questo su studi pubblicati edulcorati nel 2004, non sono gli studi criticati e cancellati di 20 anni prima cui si fa di solito riferimento per negare l’esistenza del problema).

In ogni caso, a proposito di sostanze nei vaccini, in italia il Dr. MONTANARIha accertato che su 28 campioni di VACCINI 27 contenevanoNANOPARTICELLE, in diversi casi PARTICELLE certamente CANCEROGENE perché così classificate dall’ORGANIZZAZIONE MONDIALE della SANITA’, e MONTANARI (che non è fra quelli anti-vaccino), dichiara che pur essendo i suoi solo dati parziali (per limitatezza dei campioni) la realtà è che non se ne sa nulla (ossia nemmeno chi è favore delleVACCINAZIONI può serenamente assicurare che essi non facciano DANNI MORTALI), perché non si fanno degli studi su questo (in pratica su queste sostanze presenti nei vaccini NON CI SONO ALTRI STUDI CHE I SUOI!!!).

Sull’AUTISMO e i VACCINI, MONTANARI dice che nessuno può escludere il nesso, perché NON CI SONO STUDI COME LI VORREBBE LUI, ma che certa “FERRAMENTA”, introdotta nei piccoli corpi dei BAMBINI ancora privi di un sistema immunitario completo (che si matura dopo 24 mesi) è plausibile che possa creare danni simili all’AUTISMO.

MONTANARI scrive nel suo SITO di aver denunciato ai CARABINIERI la presenza di SOSTANZE certamente CANCEROGENE nei campioni diVACCINO analizzati, ma di non avere notizie di indagini o processo.

Per saperne di più sarebbe utile che a MONTANARI e alla rinomata scienziata che è sua MOGLIE fosse pienamente reso possibile usufruire del MICROSCOPIO ELETTRONICO che i FANS di GRILLO hanno finanziato ma che GRILLO stesso ha di fatto reso loro INACCESSIBILE.

http://www.globalresearch.ca/congressman-bill-posey-calls-for-investigation-of-cdc-whistleblower-william-thompson/5469103

http://www.ageofautism.com/2015/07/breaking-news-congressman-posey-on-house-floor-cdc-authors-of-2004-mmr-paper-destroyed-documents.html

http://www.collective-evolution.com/2014/04/26/a-major-development-in-the-vaccine-autism-link-exposes-the-cdcs-cover-up-2/

http://www.segnidalcielo.it/scienziati-del-cdc-hanno-occultato-le-prove-sul-legame-tra-i-vaccini-e-lautismo/

http://autismovaccini.org/2015/07/30/scienziato-cdc-abbiamo-programmato-incontro-per-distruggere-i-documenti-di-studio-vaccino-autismo/

http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2759-avvertimenti-per-chi-guardera-open-space.html

http://www.stefanomontanari.net/sito/blog/2758-open-space.htmlSu