I medicinali non servono: possono solo alterare, deprimere, deviare o dirottare le forze vitali dell’organismo

MEDICINALI alterare deprimere deviare le forze vitali

IPERTENSIONE e MALATTIA CIRCOLATORIA

Dr. H. M. Shelton

copertina

Noi igienisti affermiamo che la GUARIGIONE è un PROCESSO BIOLOGICO e non un’arte; la guarigione avviene per l’ISTINTO del CORPO di preservare se stesso efficiente ed in BUONA SALUTE.

NOI NON CERCHIAMO di PRENDERE IN GIRO il PAZIENTE MASCHERANDO i SINTOMI CON le MEDICINE, ma gli diamo tutti i requisiti normali della vita in accordo ai suoi bisogni e capacità; ELIMINIAMO LA CAUSA dei suoi disturbi e, soprattutto, gli permettiamo un RIPOSO FISIOLOGICO che sarebbe altrimenti impossibile.

LE MEDICINE NON SERVONO e non vengono usate in stato di salute. Esse non hanno alcuna relazione normale col corpo.

Se prese oralmente o per endovenosa in uno stato di salute, sono eliminate tanto rapidamente quanto il corpo malato ne può disporre.

La reazione del corpo al veleno non cambia solo perché il corpo è malato.

Una MEDICINA, infatti, non perde neanche un poco della sua TOSSICITA’ a causa di questo.

Abitualmente PROLUNGA LA MALATTIA perché l’ORGANISMO riconosce la sua natura e COMINCIA immediatamente il PROCESSO di ELIMINAZIONE della MEDICINA.

Nel fare questo, LA MALATTIA per la quale è stata presa, SEMBRA MIGLIORARE in quanto i SINTOMI vengono TEMPORANEAMENTE ALLEVIATI.

L’organismo non può fare due cose allo stesso tempo e bene.

SORGE un’EMERGENZA e SI DEVE DIMENTICARE lo STATO TOSSICO MINORE e mettersi d’accordo con la medicina; ma DOPO CHE LA MEDICINA è STATA ESCRETA, l’ORGANISMO MANIFESTA ancora una volta i SINTOMI della MALATTIA per cui essa è stata presa e si ricomincia tutto da capo.

Le bon guide de l’hygienisme n° 62 p. 14

Marty Fry, trentenne moglie di T. C. Fry, cinquantenne.

Il CORPO scatena il processo di malattia, ma i FARMACI e le PIANTE MEDICINALI sabotano i suoi sforzi aggiungendo UN OSTACOLO IN PIU‘ alle tossine che esso stava eliminando attraverso il processo della malattia. E poiché può gestire una quantità limitata di tossine alla volta, il corpo ARRESTA momentaneamente il processo di malattia e DIROTTA le sue energie all’eliminazione della nuova sostanza offensiva. Se il farmaco o la pianta medicinale sono tossici, se sono presi in dosi che superano la vitalità del malato o se la vitalità del malato è molto bassa, il risultato può essere l’ARRESTO QUASI TOTALE del PROCESSO di MALATTIA.

Le piante medicinali – T. C. Fry

Le bon guide de l’hygienisme n° 62 p. 14-17-19-20-22

LE PIANTE MEDICINALI

T. C. Fry

p. 14

Marty Fry, trentenne moglie di T. C. Fry, cinquantenne.

Il CORPO scatena il processo di malattia, ma i FARMACI e le PIANTE MEDICINALIsabotano i suoi sforzi aggiungendo UN OSTACOLO IN PIU’ alle tossine che esso stava eliminando attraverso il processo della malattia. E poiché può gestire una quantità limitata di tossine alla volta, il corpo ARRESTA momentaneamente il processo di malattia e DIROTTA le sue energie all’eliminazione della nuova sostanza offensiva. Se il farmaco o la pianta medicinale sono tossici, se sono presi in dosi che superano la vitalità del malato o se la vitalità del malato è molto bassa, il risultato può essere l’ARRESTO QUASI TOTALE del PROCESSO di MALATTIA.

p. 17

<< Molte persone non realizzano che in effetti le piante medicinali le avvelenano. Come mai? Le assumono in piccole quantità, di solito non sufficienti a scatenare una reazione grave e dolorosa, ma tanto basta a costringere il corpo a reagire radicalmente per eliminarle. Queste REAZIONI DEL CORPO per eliminare le sostanze tossiche che si trovano nelle piante medicinali sono CONSIDERATE dagli ERBORISTI la PROVA che i loro VELENI sono EFFICACI. Ma i risultati non sono quelli sperati.

p. 19

In verità non c’è forza curativa in nessuna pianta medicinale. Il potere curativo risiede nei tessuti dell’individuo. Una pianta medicinale non guarisce niente. Le PIANTE MEDICINALI come tutti i FARMACI e i VELENI sono SOSTANZE INERTI. NON EFFETTUANO NESSUNA AZIONE. Non stimolano il ristabilimento. Non rimuovono la causa della malattia. Non possono rigenerare il corpo. Sono INATTIVE e ed incapaci di iniziare un’azione costruttiva del corpo.

Ma direte in qualche modo “agiscono”. Quando li introduciamo nel corpo, l’organismo vitale prova ad eliminare questi VELENI più rapidamente che può. Il corpo cerca di proteggersi dai MEDICINALI e dai VELENI sia che questi veleni provengano dagli scaffali di una farmacia sia che provengano dalla Natura.

p. 20

Questi SFORZI PROTETTIVI del CORPO sono SCAMBIATI per l’AZIONE BENEFICA delle PIANTE MEDICINALI. La MANDRAGOLA ad esempio viene da tempo impiegata per curare le MALATTIE del FEGATO. Quando la si ingerisce, causa vomiti, diarrea e colite. L’ERBORISTA considera benefiche queste reazioni perché, dice, la mandragola porta il corpo a ripulirsi.

Ora, ciò che in realtà si verifica è che il CORPO FA UNO SFORZO ERORICO PER ESPELLERE LA MANDRAGOLA attraverso una strada qualunque. La diarrea e le coliche sono il segno che l’organismo vitale sta tentando di espellere una sostanza avvelenante. Non si tratta di una “crisi curativa” generata dalla pianta medicinale.

PIANTE DIVERSE determinano REAZIONI DIVERSE DEL CORPO. Febbre, sudore, diarrea, circolazione rallentata o accelerata, sono dei segnali che indicano che il corpo sta eliminando le tossine delle piante medicinali. Non sono indicazioni che la pianta medicinale sta producendo qualche guarigione.>>

 p. 22

LE PIANTE MEDICINALI

PERCHE’ LE PIANTE MEDICNALI SEMBRANO FUNZIONARE

T. C. Fry

<< Shelton e gli altri Igienisti hanno dichiarato che se una sostanza qualsiasi ha un effetto cosiddetto medicinale, allora deve essere un veleno. E’ così, perché l’effetto cosiddetto medicinale di una sostanza non è niente di più dello sforzo dell’organismo, per rigettare e resistere al veleno. Difatti, le piante medicinali e le altre medicine, al posto di essere DIGERITI ed UTILIZZATI dal corpo, sono ESPULSI.

CHE COSA SIGNIFICA TUTTO CIO’? Prendiamo ad esempio un caso semplice che sembra funzionare.

La MENTA che è piuttosto benigna, è utilizzata talvolta dagli erboristi contro i MAL DI TESTA. Avete mal di testa e bevete una tisana di menta. Non avete più mal di testa. La MENTA vi ha guarito?

Si e no. La maggior parte dei MAL DI TESTA originano dal TURGORE dei VASI INTERCRANICI intorno al CUOIO CAPELLUTO. Questi vasi SI GONFIANO a causa delle MATERIE TOSSICHE presenti nel SANGUE e nel CORPO, poi FANNO PRESSIONE sulle TERMINAZIONI NERVOSE. Quando si prende la MENTA, il corpo riconosce come NOCIVO l’OLIO che essa contiene. LaCIRCOLAZIONE accelera il ritmo ed il CUORE batte più forte. A questo punto, il corpo tenta di eliminare le TOSSINE della MENTA più in fretta che può accelerando la circolazione per consentire l’eliminazione.

L’INCREMENTO della CIRCOLAZIONE dovuta alla NATURA TOSSICA degli OLI della MENTA agisce sui VASI RIGONFI dellaTESTA. I VASI si DILATANO affinché la circolazione possa avvenire rapidamente affinché il VELENO della MENTA possa essere ELIMINATO. Segue che il MAL di TESTA per il momento SPARISCE.

ECCO in che modo il MAL di TESTA è GUARITO. Ma la MENTA HA AGITO? NO, è il CORPO che ha FATTO TUTTO il LAVORO. Ha eliminato un veleno ed i suoi sforzi hanno OSCURATO anche i sintomi di un corpo intossicato, vale a dire in questo caso il MAL di TESTA.

La CAUSA del mal di testa, la TOSSIEMIA, non è stata eliminata dalla menta. Le condizioni che hanno generato la tossiemia, una DIETA MALSANA e delle ABITUDINI di VITA, non sono state migliorate dalla pianta medicinale. Il mal di testa è sparito ma le CAUSE a MONTE PERMANGONO. La stessa cosa avviene con tutte le piante officinali: i SINTOMI sono DEPRESSI dagli SFORZI di ELIMINAZIONE che il CORPO mette in atto CONTRO questa PIANTA MEDICINALE.>>

Le medicine efficaci solo un’illusione

Le bon guide de l’hygiénisme n° 19 p. 11

Ogni tanto la medicina convoca gli ingenui giornalisti locali per annunciare loro di aver fatto “un balzo in avanti” significativo nel campo della guarigione di questa o di quell’altra malattia.

Il ritornello è diventato monotono per colui che si ricorda di i ritornelli simili precedenti.

Ma I PONTEFICI DELLA MEDICINA non sono delle persone stupide.

Essi sanno che il pubblico ha la memoria corta e che può ingoiare di tutto.

Poi subito dopo e con lo stesso tono, si dice che “le ricerche promettenti continuano, ma hanno bisogno di fondi”.

“E i MALATI CREDULONI mostrano la loro generosità riempiendo i loro assegni.”- Albert Mossèri

Un veleno alla riscossa

Il dr. H. M. Shelton scrive:

La MEDICINA non ha altra idea per restaurare la salute dei malati, salvo quella di avvelenarli.

Dai tempi del tradizionale Ippocrate a oggi, non hanno ricercato i rimedi in nessun’altra sorgente che nei veleni.

Ogni idea di guarire la malattia è solamente una variazione degli sforzi precedenti dei MAGHI di restaurare la salute dei malati con l’aiuto di POZIONI e di INCANTESIMI.

Non c’ è senso né scienza nel PROGRAMMA MEDICO.

Non ci sono altro che DANNI per quelli che prendono i loro VELENI.

Invece di ricercare dei medicinali che produrranno degli incubi e delle allucinazioni, non è meglio riconoscere che lo schema medico è troppo terribile per meritare la considerazione degli UOMINI INTELLIGENTI e che si dovrebbe abbandonare una volta per tutte questa stupidità di provare a restaurare la salute dei malati con delle sostanze che rovinano e che distruggono la vita?

L’ errore fondamentale commesso dalla medicina è di supporre che la malattia sia un’ entità positiva, organizzata e anti-vitale che penetra nell’uomo e che dichiara guerra all’organismo e che dovrebbe essere distrutta se si vuole salvare la vita.

La medicina ha dichiarato guerra ad un’ entità immaginaria e malgrado tutti i cosiddetti effetti secondari e le malattie iatrogene prodotte dai suoi veleni, non sembra realizzare che sta facendo la guerra alla costituzione umana.

INVECE DI UCCIDERE LA MALATTIA, SI UCCIDONO I MALATI.

Dr.ssa JANINE FONTAINE (L’ ENFER….Dans le monde tout en blanc) Ed. Acquarius

Desidero avvertire i malati che ancora lo ignorassero, del PERICOLO dei RIMEDI SUPER EFFICACI che, anziché rispettare le difese e tendenze a guarire personali, le aggrediscono e le portano ai confini della MORTE se non alla MORTE.

Un balzo in avanti

“UN BALZO IN AVANTI”, ecco una frase ben attraente che la medicina ci canta ogni tanto.

I ricercatori medici spesso pronunciano un “BALZO IN AVANTI”, ma noi non vediamo mai nulla.

I soli risultati permanenti che derivano dall’uso dei FARMACI sono dei DANNI IRREPARABILI e la MORTE.

Una medicina che ammette di non aver alcun rimedio per il semplice RAFFREDDORE e che non ha soluzione per i FORUNCOLI sul viso di una ragazzina di dieci anni, questa MEDICINA ha una FACCIA TOSTA MOSTRUOSA se parla di guarire il tipo patologia più complessa che essa abbia mai conosciuto (cancro).

La medicina parla di rimedi, ricerca tutti i giorni dei rimedi, ma ignora sempre le cause, – non riesce a sopprimerne nessuna.

La MEDICINA s’aspetta di rendere SOBRIO L’UBRIACO SENZA CHE QUESTI SMETTA DI BERE.

LA CREDENZA in un FARMACO è una FORMA di PAZZIA e di ILLUSIONE che sembra NON POTER ESSERE GUARITA.

I falsi progressi della medicina

Dr. SHELTON’S HYGIENIC REVIEW N° 5 – VOL 23

Che bei progressi della medicina dopo 25 anni. Nella lista di tutti questi progressi della scienza medica, si aggiungono numerosi FARMACI MIRACOLOSI che essa ha scoperto.
Non abbiamo più bisogno di altre malattie nel mondo, – basta polio, influenza, tubercolosi, catarri, mal di schiena, malattie interne qualunque esse siano.
La scienza medica è riuscita nel suo obbiettivo e fa passi da gigante al punto, che presto LA FEROCE MIETITRICE dovrà riporre il suo FALCETTO, poiché la scoperta di un farmaco, miracolo sovrano, avrà ora bandito tutte le sofferenze della nostra razza.

ALL’ INIZIO
All’ inizio era il veleno del serpente che guariva una certa quantità di malattie.
In seguito, fu la febbre artificiale che guariva ancora più malattie.
Poi fu la scoperta della cura del sonno che prometteva di guarire quasi tutto, ma che si rivelò essere un fiasco.
Gli antistaminici dovevano eliminare il raffreddore da fieno, l’ asma e le altre malattie allergiche, ma la ciliegina sulla torta e la meraviglia di tutta questa fase di anteguerra furono i sulfamidici.
In effetti, in veste di panacea, i sulfamidici superano tutto nella storia medica, dopo il mercurio e il cognac.
Tuttavia, i sulfamidici vennero presto declassati dalla penicillina.
Dopo la penicillina, furono gli altri antibiotici, poi il cortisone e l’ ATCH che dovevano spazzare via l’ artrite.
Le meraviglie e i miracoli hanno continato a sommergerci con una tale rapidità, che diventa arduo seguirli.
Anche i medici ed i farmacisti devono restare svegli tutta la notte per riuscire a memorizzare i nomi di questi nuovi farmaci e non restare indietro in queste novità.
Di primo acchito, l’ immagine sembrerebbe fare sorgere delle speranze.
Ma quando si leggono i rapporti l’ ottimismo sene va.

UN DELUDENTE BILANCIO FINALE
E’ così che scopriamo con grande stupore che il raffreddore da fieno e l’ asma non sono spariti, che la tubercolosi continua ad esistere, che non è stato scoperto nessun rimedio per il raffreddore, che i numeri di casi di polio sono aumentati, che la sifilide di cui c’ era stata assicurato la scomparsa aumenta ogni giorno e che in certe città si è ripresentata come mai prima d’ ora.
In seguito scopriamo che l’ artrite persiste, e che stando alle previsioni della scienza medica non sparirà per lungo tempo.
Si è scoperto anche un aumento formidabile delle cosiddette malattie degenerative della terza età: cancro, diabete, nefrite, apoplessia, malattie cardiache, etc., e che le malattie mentali e nervose sono pure in aumento costante.
Infine, scopriamo che la paralisi e il ritardo mentale dei bambini sono molto diffusi e continuano ad aumentare.
Non si è potuto guarire nemmeno la costipazione, l’ indigestione, e i foruncoli sul viso.
DAVVERO, LA SCIENZA MEDICA HA COMPIUTO DEI MIRACOLI!
Ovunque i medici si lamentano dicendo che non conoscono la causa di questa o quell’altra malattia, che non sanno come prevenire o guarire le malattie, che hanno bisogno di miliardi per le ricerche al fine di scoprire le cause e i rimedi.

LA MOLTEPLICITA’ DEI RIMEDI SIGNIFICA…
La molteplicità dei cosiddetti rimedi proposti dalla scienza medica per il numero necessariamente limitato di malattie, è essa stessa una prova dell’insuccesso della medicina nel trovare una soluzione autentica ai problemi posti dalla malattia umana.
Un programma semplice, conforme ai bisogni della vita che non implica l’ uso di elementi esotici e provvisori, è il bisogno urgente della nostra gente.
Fino a che continueremo a contare sui veleni della medicina, gli scalpelli e i bisturi dei chirurghi, continueremo a soffrire e a restare impotenti davanti all’aumento incessante delle malattie tipiche di degenerazione.

La medicina non è scientifica

Dr. Shelton Hygienic Review n° 2 vol. 13

Ciò che si chiama SCIENZA MEDICA MODERNA è l’escrescenza delle SUPERSTIZIONI del passato.

E’ oggi il fornitore in numero delle superstizioni mediche.

La medicina è nata nell’INGANNO. Si è nutrita tutta la sua vita dell’INGANNO ed è attualmente sempre nell’INGANNO tutto come al tempo di Ippocrate in passato.

IL MEDICO che fa la guerra contro un’entità immaginaria UCCIDE spesso il suo PAZIENTE nel suo zelo di sbarazzarlo dal nemico.

Quando i medici e le infermiere frenetiche ricorrono ad un TRATTAMENTO EROICO nella loro lotta con i sintomi, PORTANO I LORO PAZIENTI A UN PASSO DALLA MORTE, POI CORRONO IN LORO AIUTO.

_________________________________________________________________________

ALLORA VOLETE UNA DIAGNOSI?

Ciò che si qualifica MEDICINA MODERNA SCIENTIFICA che NON E’ né moderna, né scientifica, né medica, è impigliata nella TECNOLOGIA.

Invece di avere un approccio biologico ai problemi della salute, della malattia e del ristabilimento il suo approccio è quello di un chimico, di un fisico e di un ingegnere.

ESSA SEMBRA VOLER COMPENSARE LA SUA MANCANZA TOTALE DI CONOSCENZE dei problemi posti con il numero e la complessità dei suoi GADGET così come con le sue tecniche di laboratorio.

Le vere cause e le false cause

Dr. H. M. Shelton HYGIENIC SYSTEM, vol. 7

Tutta la struttura della causa e della guarigione costruita e praticata dalla professione medica è grottesca e falsa.
E’ sorprendente vedere tante persone credere in un’ ASSOLUZIONE ILLUSORIA.
Hanno il ragionamento tanto contorto che si credono immunizzati contro le leggi naturali.
Come Couè, mormorano alcune parole al loro Dio tutti i giorni, e si immaginano che il loro debito verso la legge e l’ordine saranno pagati. E quelli che non si rivolgono a Dio vanno alla farmacia, altrimenti si fanno vaccinare, o subiscono una corrente elettrica, un bagno di vapore, una cura dietetica o partono per vivere in un altro clima.

Il Dr. RUSSELL THACHER TRALL aveva detto:
“Non si è mai insegnato una dottrina più dannosa di quella dell’ASSOLUZIONE DELLE PENALITA’ DELLE NOSTRE MALEFATTE.
Ora le cause e le conseguenze sono legate inesorabilmente nel nostro mondo organico ed inorganico.
LA NATURA PUNISCE SEMPRE E NON SCUSA MAI, quando le sue leggi sono violate o ignorate.”

In ambito vitale, come in ambito morale, nessuna BUONA AZIONE è mai persa, e nessuna CATTIVA AZIONE compiuta rimane senza effetti nocivi.
Quando si sarà riconosciuta in pratica questa grande verità primaria, quando sarà insegnata nelle nostre scuole ed applicata nelle nostre vite, avremo la vera base sulla quale potremo consolidare il nostro RISCATTO FISIOLOGICO.
“CESSATE DI AGIRE MALE”, è la prima e la più grande lezione da apprendere.” – THE HYGIENIC SYSTEM
“Cessate di agire male e apprendete a fare il bene ”, ecco un’IGIENE ECCELLENTE quanto una BUONA RELIGIONE.

Tuttavia l’uomo combatte la malattia che crede essere un male, con dei metodi che sono indubbiamente nocivi mentre allo stesso tempo persiste a praticare gli errori alla base della sua debolezza e delle sue sofferenze.

A meno di vedere in una vita malsana la causa dei suoi mali fisici, non sarà pronto per un programma di salute al posto dei trattamenti supposti di guarire i malati.

Quando avremo imparato a vedere le affezioni dell’uomo dal solo punto di vista ENERVAZIONE/TOSSIEMIA, comprenderemo che nessun trattamento è efficace o completo se non ha come obbiettivo principale l’ eliminazione degli scarti tossici, la ristorazione dell’energia nervosa normale e la correzione delle abitudini snervanti che conducono alla tossiemia.

In pressoché tutte le pretese malattie che l’uomo intossicato tende a sviluppare, questo piano porterà al ritorno alla normalità.

T. C. Fry ha scritto:
E, d’altra parte, se la MEDICINA trovasse una soluzione alle malattie, ciò la metterebbe in stato di DISOCCUPAZIONE e state certi che questo non verrà accettato.
Devono necessariamente difendere l’ uso dei veleni, oppure abbandonare il loro spaccio degli “ELISIR DI SATANA”.

ANTIBIOTICI – Polmonite – Sifilide

Le bon guide de l’ Hygienisme n° 59 p. 19

Da sempre, il RISTABILIMENTO della “MALATTIA”, qualunque sia la forma di trattamento, è stato considerato una PROVA della VIRTU’ CURATIVA di quella FORMA di TRATTAMENTO. I malati ed i medici sono stati ingannati dalle APPARENZE, e delle SEMPLICI COINCIDENZE sono state scambiate per CAUSE ED EFFETTI.

GLI ANTIBIOTICI E LA POLMONITE

Le Bon Guide De L’Hygienisme” n° 37, p. 27 

Tratto da Dr. SHELTON’ S HYGIENIC REVIEW n°11 vol. 30

Il meglio che si possa dire in favore degli ANTIBIOTICI è che sembrano MENO TOSSICI di certi MEDICINALI CHE LI HANNO PRECEDUTI.

Per esempio il loro uso nella POLMONITE avrebbe portato alla DIMINUZIONE DELLA MORTALITA’ per questa malattia, NON PERCHE’ la PENICILLINAGUARISCE PIU’ PAZIENTI, MA PERCHE’ NE UCCIDE DI MENO.

Ciò vuole dire che la PENICILLINA contro la POLMONITE non è tanto mortale quanto i trattamenti precedenti.

Una situazione similare si trova in maniera PIU’ SPETTACOLARE nella MALATTIA IMMAGINARIA chiamata SIFILIDE.

Il cosiddetto PRIMO STADIO della “SIFILIDE“ è una lesione limitata che, nei casi ordinari, si ristabilisce in alcuni giorni, ed è poi rapidamente dimenticata.

Il cosiddetto SECONDO STADIO è soprattutto IMMAGINARIO e appare solamente in alcuni casi.

I cosiddetti TERZI STADI sono tutti il risultato diretto dell’AVVELENAMENTOCRONICO DA MERCURIO, ARSENICO, IODIO E BISMUTO.

Quando la PENICILLINA ha sostituito questi veleni nel trattamento della “SIFILIDE“,la malattia ha perso il suo carattere terribile.

Questa esperienza obbligherà presto o tardi la medicina a riconoscere il fatto che la“SIFILIDE“ era UNA CREAZIONE MEDICA e che la sua patologia è stataFABBRICATA dai MEDICINALI.

Una, due o parecchie INIEZIONI di PENICILLINA, sono semplicemente MENO DISTRUTTRICI PER I TESSUTI E GLI ORGANI DEL CORPO che non ilMERCURIO, l’ ARSENICO, o gli IODURI somministrati parecchie volte durante parecchi anni.

_________________________________________________________________

                              Assistenza Igienica ai bambini

                                     Dr. H. M. SHELTON

p. 110

IO DUBITO che LA SIFILE ESISTA e sfido il mondo della medicina, a offrire delle prove reali, che tale malattia sia mai esistita.

p. 193

Il TEST di WASSERMANN, è del tutto INAFFIDABILE ED INFONDATO, così comeLA SIFILIDE è solo un TERRIBILE INCUBO.

p. 349

Abbiamo inoltre imparato, che la cosiddetta SIFILIDE EREDITARIA, è dovuta aVELENI PRESENTI NELLA MADRE (MERCURIO, ARSENICO), E TRASMESSI AL FIGLIO

_________________________________________________________________

                        Il sistema di guarigione della dieta senza muco

                                             ARNOLD EHRET 

p. 40:

per quanto riguarda le MALATTIE SESSUALI……

Solo l’ uso dei FARMACI per curarle produce i sintomi della SIFILIDE.

p. 145:

per quanto riguarda la GONORREA: Essa può esistere in assenza di rapporti sessuali, quindi NON SI PUO’ DARE LA COLPA AI GERMI.”

p. 145-146:

I cosiddetti sintomi caratteristici di qualunque genere di MALATTIA SIFILITICA sono causati da uno o dai diversi tipi di farmaci usati.

La ROSEOLA, un ECZEMA SIFILITICO, caratterizzato dalla tonalità grigia che ha il prosciutto, l’ alone grigio del bianco dell’occhio, è causata da NITRATI o da INIEZIONI DI OSSIDO D’ ARGENTO. Questa è la causa quando la GONORREA ENTRA NELLE OSSA.

Tutti e TRE (stadi) sono chiamati SINTOMI SIFILITICI.

Il MERCURIO è responsabile della SIFILIDE SECONDARIA E TERZIARIA, e delle PUSTOLE.

La cosiddetta SIFILIDE, non esiste nel mondo animale.

_________________________________________________________________

La tenda a ossigeno

Le bon guide de l’hygienisme n° 27 p. 30

La tenda a ossigeno è utilizzata correntemente come ultimo ricorso in uno sforzo estremo per casi gravi di malattie cardiache, polmonite e asma.

Si tratta di una SCENEGGIATURA SPETTACOLARE, piuttosto che di un piano ben ponderato.

L’ effetto sul malato è difatti, fisicamente e psicologicamente negativo.

E’ vero che questi malati hanno bisogno di ossigeno, come spesso accade in queste malattie, ma è impossibile avere abbastanza aria in questi luoghi chiusi d’ ospedale. Ciò non vuol dire che una tenda a ossigeno gioverà loro. HANNO BISOGNO DI ARIA, non di una tenda a ossigeno.

L’ ossigeno non è aria benchè quest’ultimo ne contenga un quinto del suo volume.

La tenda a ossigeno è un TENTATIVO INSENSATO fra tanti altri per introdurre una SOSTANZA ALTERATA al posto dei bisogni normali della vita. I BAMBINI non diventano mai CIECHI per un eccesso di OSSIGENO nell’aria. L’ esperienza ha mostrato che parecchie INCUBATRICI hanno causato la CECITA’ nei bambini per L’ ECCESSO DI OSSIGENO.

D’ altronde, è anche pensare che gli occhi sono i soli tessuti del corpo che siano danneggiati dall’eccesso di ossigeno.

(Ciò mi ricorda certi falsi igienisti ce utilizzano la BIORESPIRAZIONE per aumentare l’ ossigeno. I pazienti distesi per terra finiscono per avere delle allucinazioni e delle convulsioni. A. M ).

Non dico che nessun paziente non si è mai ristabilito con la tenda a ossigeno, ma affermo che TUTTI I PAZIENTI CHE HO VISTO TRATTATI COSI’ SONO MORTI.